4 Ragioni Per Cui Per Le Nostre Simulazioni Online di Mediazione e Addestramento Adesso Usiamo Zoom.us (Invece di Skype Premium)

Quando nel Gennaio 2012 lanciammo il nostro progetto di mediazione online Virtual Mediation Lab per aiutare mediatori in tutto il mondo a fare pratica di mediazione partecipando a simulazioni di mediazione, Skype Premium sembrava una buona scelta.

Non solo consentiva fino a 10 persone (mediatori) di partecipare in video conferenza. Ma la stragrande maggioranza parte dei mediatori aveva gia’ sentito parlare di Skype e parecchi lo avevano gia’ usato e installato sul loro computer.

Dopo piu’ di 100 simulazioni condotte con mediatori da 30 nazioni, abbiamo deciso di non usare piu’ Skype Premium per le nostre simulazioni e addestramento. Al suo posto usiamo un nuovo software di video conferenza chiamato Zoom (versione Pro) – per quattro ragioni.

  1. Migliore Qualita’ Video e Audio
  2. Protezione della Privacy delle Parti
    Quando piu’ di 2 persone partecipano ad una video conferenza con Skype Premium, se vogliono vedersi sullo schermo devono prima scambiarsi i loro nominativi Skype e aggiungerli alla loro lista contatti. Dal nostro punto di vista, questo requisito puo’ creare dei grossi problemi in una mediazione online. Prendiamo, per esempio, il caso di un divorzio particiolarmente difficile. Perche’ la moglie dovrebbe far sapere al marito il proprio nominativo Skype ? Con Zoom.us, invece, le parti non devono scambiarsi nessuna informazione. L’invito che il mediatore manda alle parte per partecipare ad una video confererenza avviene a mezzo mail, senza che nessuna parte possa leggere l’indirizzo email dell’altra.
  3. Miglior Supporto di “Mobile Devices” – per esempio, Ipad, Iphone, smartphone o tavolette Android.
  4. Funzioni di Annotazione
    Durante una mediazione online spesso le parti hanno bisogno di far vedere all’altra parte ed al mediatore dei documenti – fotografie, video, oppure fatture, preventivi, offerte in formato pdf. In questo caso, e ‘ molto utile poter guidare l’attenzione delle parti (per esempio con un evidenziatore) su una parte specifica del documento che appare sullo schermo.